giovedì 2 aprile 2009

Anatomy of a Low Light Portrait

The more I'm using my new Canon 5d MkII the more I'm not regretting the money I spent for buying it.

A couple of evenings ago I was shooting a friend of mine who commissioned me an informal portrait. Because I had to work at his home and I wanted to catch unposed expressions I avoided to bring with me monotorches or other studio equipment, just some speedlights in pure "strobist-style".

After some test shots with available light (an abat-jour) however I quickly put away the speedlights and used ambient light raising the camera to a whooping ISO 3200.

I opted for a strong almost side light, very similar to a "Rembrandt lightning" scheme, even if here the main light is lower, almost at face level, but without any diffusion or softnening of shadows in the dark side.

For the lens I used a Carl Zeiss Jena Pancolar 80/1.8, a manual lens famous for its sharp rendering: the subject is a man so there's no need to search for softening effects, instead the skin details really add to the shot. I used the lens at full aperture and focused the right eye.

Little post production was required, just a bit of sharpening (but very little) and some "fake" grain to make the shot more similar to film.

The result, seen printed on photo paper, is what more similar to a real B&W film shot I ever achieved from a digital camera.



Anatomia di un Ritratto con Scarsa Luce

Più uso la mia nuova Canon 5d MkII, più non mi pento per il denaro che ho speso per comprarla.

Un paio di sere fa stavo scattando delle foto ad un mio amico che mi aveva commissionato un ritratto "informale". Poichè lavoravo a casa sua e volevo catturare delle espressioni non posate avevo evitato di portarmi dietro flash e altra attrezzatura da studio, solo qualche piccolo flash a slitta da usare in puro stile "strobist".

Dopo qualche scatto di prova in luce ambiente (una abat-jour) ho tuttavia subito messo via i flash e alzato la sensibilità ISO della macchina a 3200.

Per questo scatto ho scelto per una forte luce quasi laterale, molto simile allo schema di illuminazione detto "Rembrandt", anche se la luce era qui più bassa, quasi ad altezza del viso, senza nessun riflettore per illuminare il lato più in ombra.

Per quanto riguarda l'obiettivo usato, era un Carl Zeiss Jena Pancolar 80/1.8, una lente manuale degli anni 70-80 famosa per la sua resa dei dettagli: il soggetto è un uomo e quindi non c'è alcun bisogno di cercare di "ammorbidire" il ritratto, anzi i dettagli della pelle contribuiscono alla riuscita dello scatto. Ho usato la lente a tutta apertura e ho scelto come punto di fuoco l'occhio illuminato.

E' stata necessaria pochissima post-produzione, solo un pizzico di nitidezza (a poco poco) e un poco di "grano" finto per far sembrare lo scatto fatto su pellicola.

Il risultato, visto stampato su carta fotografica, è quanto di più simile al reale bianco e nero in pellicola io sia mai riuscito a tirar fuori da una macchina digitale.

3 commenti :

Il gatto goloso ha detto...

molto, molto bella davvero... molto espressiva e con la texture che risalta i segni del tempo sul viso la trovo davvero perfetta!
Molto bella la luce e il bn.
:-)

A G Photography ha detto...

Grazie "gatto", ma una volta tanto il merito è in gran parte degli strumenti usati.
Promesso poi che domani torno a parlare di cucina ;)

Orash ha detto...

Ciao,
inanzi tutto volevo ringraziarti, nel mio percorso fotografico sto toccando vari campi che volta per volta mi appassionano sempre piu', ora devo dire che mi sto avvicinando sempre piu' insistentemente alla fotografia culinaria ed e' cosi che ho trovato il tuo blog.
Ma veniamo al punto, volevo farti una domanda, per questa foto parli di un obbiettivo Carl Zeiss Jena Pancolar 80/1.8 montato sulla mark II, posso chiederti come fuziona esattamente la cosa? si trovano facilmente degli adattatori o hai dovuto commissionarne uno apposta?
Io ho una 40D voglio immaginare che se esiste un adattatore "commerciale" per la 5D lo stesso dovrebbe funzionare anche sulla mia, mi indicheresti dove posso torvare piu' informazini a riguardo?
ti ringrazio tantissimo, soprattutto per quello che scrivi nel blog!
Ciao,
Orash

Posta un commento